POLONIA-TURISMO.IT

 

INFO GENERALI

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

 

VIAGGIARE IN POLONIA

 

VARSAVIA

 

 

CRACOVIA

 

 

 

NOLEGGIO AUTO

 

 

 

 

Dintorni di Cracovia

 

Miniera di sale di Wieliczka


A 10 km da Cracovia, troviamo le famose miniere di sale di Wieliczka nell'Area metropolitana di Cracovia; per raggiungerle basta prendere:

- il treno suburbano scendendo alla stazione Wieliczka Rynek 
- l’autobus di linea n. 304 con partenza nei pressi della Galleria Krakowska in via Kurniki e scendendo alla fermata Wieliczka Kopalnia.

Gli scavi originali della miniera (gallerie sotterranee, discese inclinate, camere di estrazione, laghi, pozzi e pozzetti), hanno una lunghezza complessiva di circa 300 km, e sono disposti  su 9 livelli che raggiungono la profondità di 327 m.
La miniera di Wieliczka, in servizio dal XIII secolo, è  ancora attiva: è quindi una delle più antiche miniere di sale ancora operative al mondo (la più antica in assoluto si trova a Bochnia,  a 20 km da Wieliczka).

La più antica testimonianza scritta sulla storia del sale minerale a Wieliczka si trova in un documento del 1290, ma probabilmente il sale minerale veniva già estratto prima, in quanto le prime saline risalgono al Neolitico ( 3500 anni A.C.)
Durante la visita turistica alle miniere, si possono percorrere solo 3,5 km (meno dell'1% della lunghezza totale delle gallerie), che permettono comunque di ammirare oggetti di vario tipo e statue scolpite nel sale raffiguranti personaggi  storici e creature mitiche.

Nel 1978 la miniera di sale di Wieliczka è stata iscritta nella lista dell'UNESCO dei Patrimoni dell'umanità ed, ogni anno, è visitata da circa 800.000 persone.

Informazioni

Aperto, tutti i giorni: 
7.30 alle 19.30 (1 aprile – 31 ottobre)
dalle 8.00 alle 17.00  (2 novembre – 31 marzo)
4 Dicembre (aperto da 08.00 a 13.45),
Chiuso:  1 gennaio, domenica di Pasqua, 1 novembre, 24, 25 dicembre
Ingresso (visita guidata in lingua straniera a  scelta): a pagamento

Miniere di sale Wieliczka
32-020 Wieliczka, ul. Daniłowicza 10
tel. +48 12 278 73 02
tel. +48 12 278 73 66
fax +48 12 278 73 33
E-mail: turystyka@kopalnia.pl

 

 

Auschwitz

A circa 60 chilometri ad ovest di Cracovia, si trova il campo di concentramento di Auschwitz, un luogo di orrore e memoria, divenuto simbolo dell’Olocausto.
Visitare Auschwitz non è semplice, ma è quasi dovere per chi si reca a Cracovia: è un’opportunità per capire e per non dimenticare.

Il territorio e gli edifici dei campi di Auschwitz I e Auschwitz II (Birkenau) sono completamente aperti al pubblico; fanno eccezione alcuni uffici adibiti all'amministrazione.
Inizialmente, il campo venne fondato per ospitare i prigionieri politici polacchi, ma dal 1942 divenne il principale strumento per la realizzazione del piano di sterminio nazista.

Auschwitz I: qui i nazisti aprirono il primo campo per uomini e donne, e qui  eseguirono i primi esperimenti con lo Zyklon B ed altri agghiaccianti sperimentazioni criminali.

Auschwitz II-Birkenau qui i nazisti uccisero circa un milione di ebrei. Composto da 300 baracche, ospitò migliaia di deportati e fu il più grande campo di concentramento.

La distanza fra due Campi, Auschwitz I e Auschwitz II – Birkenau, è di circa 3,5 km.
L’entrata nel Campo di Concentramento è libera e gratuita. A pagamento c’è eventuale guida e la proiezione del film documentale (una volta al giorno anche in lingua italiana).

Alla periferia della città di Auschwitz, sulla strada nazionale nr 933, troviamo il Museo ad Auschwitz.

Il Museo è aperto tutti sette giorni con seguenti orari:
 8:00 - 15:00 da dicembre a febbraio
 8:00 - 16:00 a marzo e novembre
 8:00 - 17:00 ad aprile ed ottobre
 8:00 - 18:00 a maggio e settembre
 8:00 - 19:00 da giungo ad agosto

Indirizzo: Ul. Wiezniow Oswiecimia 20 Oswiecim
Tel.: 48 33 843 21 33
Fax: 48 33 843 19 34
E-mail: muzeum@auschwitz.org.pl

 

 

Polonia.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 

 




HOTEL DELLA POLONIA Dove soggiornare

CUCINA POLACCA Semplice ma sostanziosa

CURIOSITA' Tradizioni, feste

CRACOVIA Splendida e suggestiva